Sorelle dei Poveri

di Santa Caterina da Siena

Nel 150° della Famiglia Saviniana: L'Inaugurazione dell'Ufficio di Comunicazione

La Congregazione delle Sorelle dei Poveri di Santa Caterina da Siena, consapevole dell’importanza di Comunicare bene il Bene nel contesto attuale, annuncia con gioia l’inaugurazione dell’Ufficio Comunicazione. La data è stata fissata il 29 aprile, un giorno particolarmente significativo nella storia della Congregazione.

Questo momento significativo per la Famiglia Saviniana permetterà di sviluppare ulteriormente la missione e il carisma dell’istituzione religiosa in un’epoca dominata dai mezzi di comunicazione, che richiede un predisposizione autentica e empatica. Con la protezione divina, la guida della Madre Generale Liliana Quesada e del suo Consiglio, l’orientamento del Dr. Massimo Ilardo e della responsabile diretta dell’Ufficio di Comunicazione, Sr. Gildileny Torres, coadiuvata da una squadra di comunicazione composta da altre sorelle dei poveri, l’Ufficio avrà una sede dedicata. Il team di comunicazione Saviniana si unisce nel festeggiare e nell’esprimere gratitudine per il compimento di questo desiderio.

In occasione della memoria liturgica di Santa Caterina da Siena, Dottore della Chiesa e patrona della Congregazione. Questa santa, una donna di virtù e una straordinaria comunicatrice, ha mantenuto un cammino di comunione con il Papa attraverso la comunicazione, utilizzando i mezzi disponibili nel suo tempo per diffondere il messaggio divino del bene e dell’amore per la Chiesa.

Questo evento consolida l’importanza della comunicazione Saviniana, che continua il suo impegno nell’evangelizzazione e nella propagazione dei valori della fede attraverso i mezzi moderni. 

Un progetto nato nel cuore della Beata Savina Petrilli si materializza oggi grazie alla dedizione della Madre, delle Sorelle dei Poveri, dei Benefattori e degli amici che credono nella potenza trasformatrice di una comunicazione autentica, guidata dallo Spirito Santo. Nasce così l’Ufficio di Comunicazione della Congregazione delle Sorelle dei Poveri, non per volontà umana ma per quella divina, che soffia dove e come vuole. L’obiettivo è chiaro: “Comunicare bene il Bene”.

Una comunicazione con lo Stile Saviniano: essere, capace di trasmettere la cultura dell’amore cristiano, e incoraggiare i bisognosi con un parlare fecondo, chi “promuove un approccio che si concentra sull’ascolto attento degli altri e nell’illustrare la complessità della realtà” (Piano di Comunicazione Saviniana, pag. 2), essendo luce come la Fondatrice, che nel suo vivere ha comunicato la carità e la verità.

Affinché si annoveri appieno l’importanza della Comunicazione Saviniana, che si adopera per trasformare la povertà di un’esistenza priva di relazioni in un mondo mediatico dove molte persone rischiano di smarrirsi per mancanza di senso della vita, in questo scenario che la figura della Sorella dei Poveri assume un ruolo fondamentale, chiamata a essere segno e voce tangibile di carità, portando vita là dove la morte già si fa presente, e trasmettendo la presenza di Dio attraverso il carisma e la missione che l’anima.

Sr. Eliane Santos, SdP (India)